ACCOMPAGNATORE DI MEDIA MONTAGNA

Il socio e consigliere del Club Alpino Italiano Sezione di Asso Davide Valsecchi ha conseguito l’abilitazione di Accompagnatore di Media Montagna.   Complimenti a nome di tutti i soci della Sezione per il traguardo raggiunto. Ho chiesto di scrivere una breve relazione della sua nuova attività, che allego a questo post.

Presidente Club Alpino Italiano
Sezione di Asso
Alberto Pozzi

==================================================================

Un Accompagnatore di Media Montagna, spesso abbreviato AMM, è una figura professionale del Collegio delle Guide Alpine abilitata all’insegnamento delle tecniche escursionistiche ed alla conduzione di trekking in montagna. Per poter ottenere tale abilitazione è necessario superare una selezione, un lungo corso formativo condotto dalle Guide Alpine ed infine un apposito esame con prove tecnico pratiche e orali. Un percorso lungo ed impegnativo che ora mi permette di organizzare e condurre, in qualità di professionista, un’ampia gamma di attività e corsi a livello escursionistico. I Membri del Collegio delle Guide Alpine collaborano spesso con il C.A.I., mantenendo al contempo entrambi la propria indipendenza. Io, in aggiunta, faccio parte della Sezione C.A.I. di Asso da quando avevo 8 anni (ed ora sono 46!!): ho iniziato con l’alpinismo giovanile e via via sono cresciuto praticando le varie discipline della montagna, spesso+ grazie all’insegnamento di membri più anziani della Sezione. Oggi sono Consigliere Sezionale ed in passato persino Vice-Presidente: il mio legame con la Sezione di Asso è quindi profondo e solido. Per questo – soprattutto per i difficili anni che stiamo attraversando – ho pensato di rimarcare questo legame coinvolgendo – gratuitamente – i Soci della Sezione in alcune delle mie attività. Ho allestito per Luglio ed Agosto un calendario di oltre venticinque escursioni serali e infrasettimanali – martedì, giovedì e sabato – sul territorio del Triangolo Lariano, sulle nostre montagne. I Soci del CAI Asso, in regola con il tesseramento, sono quindi invitati ad unirsi gratuitamente a queste camminate nell’ora del crepuscolo. Per partecipare serve soprattutto voglia di camminare e di riscoprire ciò che ci circonda, scarpe e abbigliamento adeguati, una pila frontale oltre a tutto quello che un Socio CAI dovrebbe già avere con sé in montagna. Tuttavia, visto che le escursioni sono particolarmente indicate per i neofiti, non esitate a contattarmi in caso di dubbi o incertezze. A presto! read more

GITA AL PONTE TIBETANO DI CARASC (Svizzera)

Questa escursione collinare di circa 6 ore (soste comprese) inizia a Sementina, in Via alla Serta. Dopo aver attraversato il portale dei cosiddetti “Fortini della Fame”, si segue un sentiero che poi si congiunge con Via delle Vigne, fino alla località Mondò.
Qui si abbandona il percorso delle vigne e si sale verso San Defendente su un comodo sentiero. Il pianoro di San Defendente ospita l’omonimo oratorio di origini tardo medioevali.

Da questo punto il paesaggio cambia e le vigne lasciano il posto alla selva castanile. Avvicinandosi al ponte tibetano, tra la folta vegetazione si possono scorgere i Castelli di Bellinzona, la chiesa di San Bernardo e i pianori di Curzutt. read more

GITA AL FORTE DI FENESTRELLE

Sulle pendici del monte Orsiera, in Val Chisone, sorge la fortificazione alpina più grande d’Europa e ancora in ottimo stato di conservazione.   Una splendida opera di sbarramento in pietra e muratura che occupa 1.300.000 mq di superficie, inerpicandosi per 3 km sul costone dell’Orsiera, per un dislivello di 635 m.

Non unica fortificazione, bensì un insieme di più forti (Carlo Alberto, San Carlo, Tre Denti, Delle Valli), polveriere, magazzini, ridotte e possenti cannoniere unite da quella mirabile opera che rende il Forte di Fenestrelle ancora più unico e suggestivo: la scala coperta con i suoi 4000 gradini che salgono sul crinale della montagna, tutti in galleria artificiale. read more