COVID-19: TORTI SCRIVE A CONTE

Cari Amici e care amiche,

dopo avere raccolto ogni più opportuno parere e suggerimento, abbiamo predisposto l’allegata richiesta urgente di chiarimenti indirizzata al
Presidente del Consiglio dei Ministri prof. Giuseppe Conte, finalizzata
ad ottenere precise indicazioni sui temi della ripresa dell’attività in
montagna, oltreché della cura di rifugi e sentieri.

È stata l’occasione per sottolineare il senso di responsabilità
manifestato da tutti gli amanti della montagna, rispettando le
disposizioni finalizzate al contenimento della diffusione del
Coronavirus, ma anche per evidenziare come le oggettive condizioni
ambientali in cui si potrebbero svolgere le attività escursionistiche,
alpinistiche e speleologiche, siano tali da assicurare quel
distanziamento che permane come regola prioritaria nella cosiddetta Fase 2 read more

ULTERIORE PROROGA TESSERAMENTO

Vi informiamo che UnipolSAI, preso atto del sostanziale blocco delle attività in ambiente e dopo avere già prorogato ad aprile le coperture assicurative per tutti i Soci già in regola con il Tesseramento 2019, ha comunicato di avere ulteriormente esteso la copertura sino al 31 maggio 2020, delle seguenti Polizze:

1) Infortuni Soci in attività istituzionale;
2) RCT in attività istituzionale;
3) Soccorso alpino in Italia ed Europa.

I soci ritardatari possono quindi rinnovare l’adesione al sodalizio entro il venerdì 29 maggio 2020, semprechè sia possibile riaprire la sede. Si resta in attesa di ulteriori informazioni, dopo la ripartenza di Fase 2. read more

PROROGA TESSERAMENTO

Con la circolare n. 6/2020 la direzione generale del Club Alpino Italiano ha disposto la proroga per il rinnovo del tesseramento 2020. Ci sarà tempo fino al 30 aprile 2020 per rinnovare il “bollino” e comunque ci sarà copertura assicurativa dal 31 marzo, termine  abituale entro cui fare il rinnovo, al 30 aprile.  Allegata la suddetta circolare.

Alberto Pozzi
Presidente Club Alpino Italiano
Sezione di Asso

SOSPENSIONE ATTIVITA’

Visto che la situazione è tutt’altro che risolta, in attesa di nuovi sviluppi in positivo e per il senso di responsabilità verso il bene comune, le attività sezionali devono necessariamente essere sospese.

A oggi la data che il CAI ha adottato, in conformità alle misure nazionali, è il 3 aprile, ma non possiamo realmente sapere quando potremo riprendere regolarmente le attività programmate.

Per il momento vi invito a seguire pazientemente le direttive ministeriali e quelle del CAI Centrale, come da allegato, fino a quando non ci saranno le condizioni per ripartire. read more